Sanctorum

Verdicchio DOC Passito

Un passito che racchiude l’essenza del Verdicchio, ciò che c’è di più santo nel santo: per questo la derivazione del nome dall’espressione Santa Sanctorum. Il Vino Passito è frutto della lavorazione di uve appassite in vigna, che conservano solo l’anima pura dell’uva Verdicchio, e che fermentano poi, lentamente, in piccole botti di rovere.

caratteristiche

vitigno:
Verdicchio (autoctono).
colore:
Giallo dorato con riflessi topazio, luminoso e consistente.
profumo:
Ricco di persistenti sfumature dolci di frutta esotica candita, pesca sciroppata, albicocca sottospirito, frutta secca e miele.
sapore:
Moderatamente dolce, morbido e vellutato.
lavorazioni:
Appassimento delle uve in vigna e successivamente, per breve perio do, in apposito locale. Segue la diraspatura e, dopo un breve contatto sulle bucce, il mosto fermenta in piccole botti di rovere, dove poi il vino completa la maturazione per circa sedici mesi
affinamento:
Successivo affinamento in bottiglia per diversi mesi
abbinamenti:
Piccola pasticceria, dolci da forno anche con creme, crostate con frutta gialla sciroppata o con frutta secca in genere, torte di mele, biscotteria tradizionale, terrina di fois-gras lavorato con lo stesso vino, dolci della tradizione regionale a base di formaggi, formaggi mediamente stagionati e piccanti.

download


TORNA ALL'INIZIO