Sanctorum

Verdicchio DOC Passito

Un passito che racchiude l’essenza del Verdicchio, ciò che c’è di più santo nel santo: per questo la derivazione del nome dall’espressione Santa Sanctorum. Il Vino Passito è frutto della lavorazione di uve appassite in vigna, che conservano solo l’anima pura dell’uva Verdicchio, e che fermentano poi, lentamente, in piccole botti di rovere.

Vitigno
Verdicchio (autoctono)
Profumo

Ricco di persistenti sfumature dolci di frutta esotica candita, pesca sciroppata, albicocca sottospirito, frutta secca e miele, con un leggero tocco finale delicatamente vegetale e speziato, che ricorda la vaniglia

Sapore

Moderatamente dolce, morbido e vellutato con l’equilibrio ben sostenuto da una buona freschezza e sapidità. Lascia in bocca una lunga scia di frutta secca delicatamente tostata e di spezie dolci

Abbinamenti

Piccola pasticceria, dolci da forno anche con creme, crostate con frutta gialla sciroppata o con frutta secca in genere, torte di mele, biscotteria tradizionale, terrina di fois-gras lavorato con lo stesso vino, dolci della tradizione regionale a base di formaggi, formaggi mediamente stagionati e piccanti.

Servizio
Calice per vini dolci dal bordo non svasato