Pecorino

Falerio DOC Pecorino

Le origini del vitigno Pecorino risultano incerte. Si ipotizza essere legato ai pascoli di alta montagna ed alla pratica della transumanza. Unica testimonianza dell'antica presenza di questo vitigno nelle terre ascolane è rappresentanta da una citazione del censore romano Catone, risalente al II secolo a.C., che in uno dei suoi atti lo classificò, insieme con altri vitigni, nel gruppo delle aminee, importate in Italia dalla popolazione greca degli Ammei.

Vitigno
Pecorino (autoctono)
Profumo

Intenso, elegante, con sentori floreali e di frutta matura

Sapore

Vino strutturato, sapido, di buon tenore acido e di lunga persistenza

Abbinamenti

Con frutti di mare e crostacei; ottimo l'abbinamento con il brodetto

Servizio
In calici per vini bianchi di corpo, a 12-14°C